Come molti uomini apprendono a proprie spese, con l’avanzare dell’età i capelli tendono a ingrigirsi, e la tinta naturale decadere per lasciare posto al bianco. L’incanutimento può portare gli uomini a perdere soddisfazione nel proprio aspetto, per non parlare di quando cominciano a cadere.

Perché i capelli diventano bianchi?

Nei follicoli dei capelli sono contenuti i melanociti, cellule che producono una sostanza conosciuta come melanina ala base della colorazione dei capelli. Quando la melatonina è alta i capelli mantengono il proprio colore vivo, grazie all’afflusso di sangue che assicura le sostanze nutrienti. Ma, quando la produzione di melatonina si arresta, i capelli cominciano a perdere il colore per diventare progressivamente più bianchi. Con il tempo, il perossido di idrogeno prodotto dallo sviluppo dei capelli inizia ad accumularsi.

I capelli quindi possono ingrigirsi come effetto dell’avanzare dell’età, oppure per malattie della pelle che influenzano il metabolismo che incide sul perossido di idrogeno, portando al danneggiamento dei melanociti.
Altri fattori che favoriscono l’insorgere dei capelli bianchi sono:

  • carenza di vitamina B12
  • fumo
  • stress eccessivo
  • alcool
  • caffè
  • eccesso di cibi fritti
  • carenza di rame

La tinta potrebbe avere delle ripercussione negative sulla chioma, in base alla qualità dei capelli e della tintura in questione. Le tinture vegetali tendenzialmente sono più sicure, rivestendo il fusto del capello, mentre le colorazioni a ossidazione “pompano” le scaglie e fanno entrare i pigmenti dentro di esse. La colorazione a ossidazione permette di schiarire al massimo 4 tonalità, e solo il colore della tua nuance è naturale. Se, invece, hai già applicato la colorazione in precedenza, puoi applicare la stessa tonalità oppure scurire in maniera più accentuata.

Le tinte artificiali hanno sempre qualità aggressive, per cui è meglio applicare ritocchi soltanto sulla radice e non su tutto il fusto, al momento della lunghezza.

I rimedi naturali ai capelli grigi

Le tinture a base chimica possono rovinare gravemente i capelli e provocare nel tempo la caduta del fusto. Le tinte senza ammoniaca invece presentano oli nutrienti che ravvivano i capelli producendo una colorazione non permanente. Con queste tinte potremo provare delle alternative e valutare l’effetto prima di scegliere la colorazione definitiva.
Se non hai ancora esperienza nel colorare i capelli in casa, puoi iniziare applicando una tinta più chiara o scura del tuo colore, in modo da applicare sfumature senza stravolgere il colore naturale.

Colorare i capelli a casa da soli è un’attività molto familiare alle nostre nonne e mamme, ma che anche noi possiamo riprendere in mano. Grazie ai prodotti professionali per colorare i capelli, inoltre, tingersi la chioma per mascherare l’incanutimento è ancora più facile e alla nostra portata. Ovviamente bisogna fare attenzione al modo con cui si applica il colore sui capelli in modo da ottenere un effetto gradevole all’altezza delle aspettative.
Ma di cosa servirci per donare alla nostra chioma un colore naturale?Come scegliere shampoo colorante

Lo zenzero è un elemento che aiuta a mantenere i capelli sani e dal colore vivido, incentivando la circolazione del cuoio capelluto, in modo da stimolare la crescita dei follicoli piliferi. Puoi bollire lo zenzero con un po’ di acqua nel pentolino per un quarto d’ora e poi passarla sul cuoio capelluto. Le foglie di noce sono un altro colorante decisamente potente che aiuta a donare una colorazione vivida e naturale.

L’henné è una polvere naturale che si ottiene essiccando una pianta di origine nord africana e indiana. L’henné egiziano vede le foglie ridotte in polvere al fine di realizzare un decotto da spalmare sulla nuca, e apporta una colorazione dai riflessi ramati. La variante “neutra” si ricava dalla cassia italica, e ricopre il capello con una guaina elastica densa di principi attivi nutrienti. Purtroppo l’henné rende sconsigliato colorare i capelli con un colore a ossidazione; pertanto, è meglio attendere almeno 6 settimane e nel frattempo non schiarire.
L’henné rosso è la variante che colora i capelli più delle altre, ed è molto apprezzata per la sua capacità di rendere i riflessi delicati. Per prepararlo, riempi una ciotola di acqua tiepida con abbastanza polvere per coprire tutti i capelli; avvolgi i capelli in una cuffia e applica la crema risultante. Infine, risciacqua il tutto con un po’ di balsamo.

Un infuso di rosmarino contiene potenti antiossidanti per acido rosmarinico e acido caffeico, dalle decise capacità antiossidanti. Possiamo quindi fare bollire dell’acqua con un po’ di rosmarino, e applicare l’infuso risultante sui capelli una volta raffreddato, dopo il primo shampoo.

Anche il cacao è un elemento utile per colorare i capelli bianchi. Mescola il contenuto di un paio di vasetti di yogurt bianco con un cucchiaio di olio di cocco e uno di miele, applica la crema risultante e lasciala a riposare per un’ora, e poi lava il tutto con uno shampoo delicato.

La salvia è un altro elemento utile per colorare i capelli in modo naturale. Portiamo a bollire un litro d’acqua e versiamo al suo interno 200 grammi di foglie di salvia: lasciamo bollire una mezzoretta e poi facciamo raffreddare. L’infuso si può applicare prima del lavaggio, facendolo applicare almeno 30 minuti

L’avocado è un frutto ricco di elementi antiossidanti come vitamina E e acidi grassi.
Possiamo macinare un avocado maturo e spargere il risultato sul cuoio capelluto, lasciandolo a decantare per venti minuti e poi rimuoverlo.

Forse non lo sai, ma il caffè può essere applicato come colorazione naturale per i capelli. Prepara due tazze di caffè, aggiungi un cucchiaio di caffè macinato oltre a una tazza di balsamo per i capelli. Mescola il tutto e applica il risultato sulla cute in maniera uniforma. Pettina con attenzione, raccogli i capelli in una cuffia per un paio d’ore e risciacqua il tutto con acqua tiepida.

L’olio di germe di grano è un eccellente prodotto naturale per mantenere il cuoio capelluto sempre idratato e ritardare l’apparizione di capelli bianchi e grigi.

Negli ultimi anni si è diffusa la pratica di colorare i capelli con il mascara, passando il liquido con pennellate leggere e precise, a partire dalle radici e scendendo verso il basso. Una volta passato il tutto, attendi che i capelli si siano asciugati e spazzola i capelli per sistemarli.

Se vuoi colorare i tuoi capelli in maniera non aggressiva e temporanea, BMousse è il prodotto che fa al caso tuo!
Il colorante capelli bianchi uomo Bmousse è un prodotto Beauty Academy, struttura leader nel settore a livello nazionale ed internazionale che garantisce il prodotto Made in Italy. Bmousse è disponibile in due diverse tonalità: Bmousse naturale, per capelli base chiara e Bmousse naturale freddo, per capelli base scura.