L’insorgere di capelli bianchi può rivelarsi traumatico per le persone che li associano a un evidente segno di invecchiamento. Non poche donne trovano i capelli brizzolati affascinanti, ma non tutti gli uomini si sentono a loro agio con questa condizione.
Già dai trent’anni è possibile notare l’insorgere di questa situazione, anche se è più facile che si manifestino intorno ai 50 anni di età.

L’imbiancamento dei capelli è associato al calo della melatonina (la “fonte” del colore die capelli) associato al progredire dell’età. Questo fenomeno può accadere prima o dopo, a seconda dello stile di vita e dei fattori genetici.
Possiamo reagire in diversi modi all’emergere dei primi capelli bianchi. Alcuni optano per un taglio che esalti il cambiamento di colorazione, mentre altri cercano un modo per celare i capelli ingrigiti.

Capelli bianchi nell’uomo: come rallentarli e nasconderli

Gli shampoo sono una tipologia di prodotti molto comuni per celare la capigliatura incanutita, ma in genere contengono elementi dannosi per i capelli come perossido di idrogeno e l’ammoniaca. Per evitare di danneggiare il cuoio capelluto più del dovuto possiamo optare per detergenti a base di erbe che permettono di coprire i capelli bianchi con nutrienti di provenienza naturale.

Il té nero è un elemento utile per tutelare la salute dei capelli. possiamo realizare impacchi e spruzzare infusi di the nero sui capelli, una volta lavati, per renderli più splendenti. Possiamo bollire le foglie, far raffreddare l’infuso e spruzzarlo in testa da un flacone spray, una volta a settimana e poi una volta ogni 2 / 3 settimane.
Olio di cocco e succo di limone possono essere combinati per creare un balsamo rigenerativo del cuoio capelluto che ormai tende al bianco. Si lascia agire fino a un’ora, poi si risciacqua con un po’ di acqua tiepida, e si ammira il risultato.

La polvere di henné è un efficace elemento naturale per colorare i capelli in modo semi-permanente e donare loro una nuova lucidità. Può essere applicata sotto forma di the o di polvere.
La polvere di henné si colloca in un recipiente non metallico assieme ad acqua appena bollita, si aggiungono due uova sbattute – per rendere il tutto appiccicoso – a cui si aggiunge altra acqua fino a raggiungere una miscela liscia ma consistente. Dopo un’ora si coprono i capelli con un asciugamano e si procede a strofinare delicatamente. Dopo un’altra ora si può risciacquare il tutto con dell’acqua calda.

Per applicare la polvere bisogna anzitutto eseguire un piccolo test su una ciocca di capelli.
La salvia è un altro scurente naturale che permette di donare nuovo colore ai capelli incanutiti. Possiamo bollire 10 grammi di salvia fresca o 5 grammi di salvia secca per un paio d’ore, al fine di realizzare un infuso da spruzzare sui capelli, per poi rimuovere il tutto con acqua fredda dopo un paio d’ore.Come colorare capelli grigi in modo graduale

Quali prodotti per rallentare e nascondere i capelli bianchi

Una tinta semipermanente è il metodo giusto per donare nuovo colore ai capelli bianchi in modo delicato, con la possibilità di cambiare idea in seguito.
Se i capelli bianchi sono superiori al 50%, tuttavia, le colorazioni temporanee risultano poco efficaci. Una colorazione permanente serve quindi a celare una quantità consistenti di capelli bianchi, ma di solito non vengano utilizzati dagli uomini, che preferiscono a quel punto tenersi i capelli ingrigiti. La colorazione permanente inoltre incentiva un effetto ricrescita che porta le radici bianche a ricrescere nel giro di alcune settimane, rendendo poco efficace il trattamento.

BMousse è il prodotto ideale per camuffare i capelli bianchi con un effetto naturale piacevole alla vista.

Bmousse opera in maniera graduale enfatizzando così l’effetto colore naturale: mano a mano che viene applicata, i capelli riacquistano il colore originale senza stravolgere radicalmente l’apparenza esteriore, evitando lo spiacevole effetto tintura.

Puoi applicarla da solo e portarla anche in viaggio.